Come scegliere un buon supplemento di silicio

Condividilo:

Come scegliere un buon supplemento di silicio

 

Il silicio è un elemento fondamentale per il corpo, intervenendo nei processi cellulari come la formazione del collagene, che è la chiave per mantenere la pelle flessibile e le articolazioni ben lubrificate. Tuttavia, il silicio è un elemento particolarmente difficile da assimilare per il corpo. Non esiste il silicio puro in natura, possiamo trovare altri minerali puri: ferro, magnesio, argento, oro, ma non il silicio. Troviamo il silicio in rocce bellissime come l'ametista, l'opale o il diaspro. Quando è associato ad altri elementi, normalmente ossigeno o alluminio, non viene più assimilato e il corpo lo elimina.

 

Tradizionalmente, gli esseri umani hanno assorbito il silicio attraverso il cibo e l'acqua. L'acqua di sorgente, passando attraverso chilometri di falde acquifere sotterranee, trasporta il silicio dalle rocce e ne solubilizza una piccola quantità, per lo più sotto forma di acido ortosilicico. Oggi, con i sistemi di depurazione dell'acqua in rete, non contiene quasi per niente silicio. Un'altra fonte di questo elemento, sono gli alimenti vegetali principalmente i gusci dei cereali, ma oggi i metodi di ottenimento e di raffinazione del grano, fanno sì che il silicio sia scarso. Un altro motivo per cui viene assorbito poco silicio è che la nostra flora intestinale, a causa di conservanti, medicinali, alimenti inadatti e raffinati, non ha la capacità di solubilizzare e assimilare il silicio.

 

Di fronte a questi problemi, per anni molti professionisti del settore medico hanno raccomandato sempre più spesso integratori al silicio per invertire questa carenza. Tuttavia, data la diversità dei tipi di silicio presenti sul mercato, quale scegliere? Come abbiamo detto prima, il corpo assimila bene l'acido ortosilicico chiamato OSA, che è una molecola molto delicata che da una concentrazione di 90 ppm diventa un agglomerato di massa insolubile che non può essere assimilato, e il corpo lo elimina invece di assorbirlo rendendo impossibile il suo passaggio nel sangue e nelle cellule. Il problema è che molti prodotti sul mercato contengono questo agglomerato insolubile composto da silicio ossidato. Affinché un integratore sia efficace deve essere concentrato e questo può essere ottenuto solo stabilizzando l'OSA in modo che possa contenere almeno 180-200 ppm e non raggrupparsi. Se l'etichettatura di un prodotto liquido include l'OSA come ingrediente e ci viene assicurato che è stabilizzato, questo può essere un buon segno, ma altri aspetti devono essere verificati.

Nell'etichettatura dei supplementi possiamo indovinare quali tipi di silicio sono assimilabili: se contengono estratti vegetali non trattati di bambù, ortica, ecc. Il problema è che questi estratti vegetali commerciali non contengono silicio assimilabile, perché quando le piante assorbono il silicio dal terreno lo cristallizzano rapidamente e lo convertono in fitoliti, che sono grani molto fini di pietra di silicio, anch'essi non assimilabili. Pertanto, questi integratori, sia in forma liquida, in capsule, compresse o in polvere, sono anche inefficaci perché contengono silicio ossidato.

 

Un altro indizio che può rilevare che un silicio non è assimilabile è la sua forma: se è liquido, deve essere solubile, cioè una condizione che deve essere sempre soddisfatta. Se le istruzioni ci dicono di scuotere il prodotto prima di prenderlo, ciò significa che il silicio precipita sul fondo perché si presenta sotto forma di particelle di silicio agglomerate, che non vengono nemmeno assimilate.

 

Un altro problema che è stato riscontrato in molti prodotti è che essi contengono biossido di silicio o silicio colloidale che viene assimilato molto poco perché sono forme di silicio altamente ossidato, anche se i produttori in questo caso possono rivendicare un'alta concentrazione di silicio, che è di beneficio commerciale per loro. Ma per quanto riguarda il silicio, più alta è la concentrazione, più bisogna stare attenti, non solo per la mancanza di assorbimento, ma anche per i problemi che può causare ai reni. Lo stesso vale per gli estratti vegetali altamente concentrati. I periodi di assunzione devono essere rigorosamente rispettati e devono essere brevi. In breve, per quanto riguarda il silicio, meno è più.

Un'altra forma di silicio approvata dall'Agenzia europea per la sicurezza alimentare è il silicio organico o monometilsilanetriolo (MMST). Questo prodotto, di solito in forma liquida, è molto stabile, non si ossida mai e si trasforma quando raggiunge il corpo in OSA, che ricarica rapidamente il corpo con questa forma di silicio. Anche se non molto concentrato, è stato molto efficace nel fornire risultati rapidi e visibili in breve tempo, grazie alla sua assimilazione. Inoltre, può essere preso continuamente per anni senza problemi, grazie alla sua perfetta solubilità e alla sua grande assimilazione. L'altro tipo di silicio efficace è l'OSA, a condizione che sia ben stabilizzato da una società specializzata in questi compiti, in quanto non è facile da realizzare. Ci sono aziende che sono riuscite ad ottenere quasi 400 ppm in forma monomerica e stabile per un lungo periodo di tempo. Questi moduli sono molto efficaci, possono essere assunti per un lungo periodo di tempo e danno buoni risultati, a condizione che si sia coerenti nella presa.

 

Nel corso degli anni ci sono stati specialisti del silicio come il defunto Dr. Le Ribault di Francia o il Professor Exley d'Inghilterra, che hanno divulgato i loro studi e le loro esperienze in relazione a questo elemento. Le Ribault ha diffuso le applicazioni mediche del silicio e come per Exley ha dimostrato l'utilità del silicio OSA nella prevenzione della progressione dell'Alzheimer grazie alla sua capacità di eliminare l'alluminio neurotossico, che secondo il suo team di ricerca, è una delle cause di questa malattia.

 

In molti tipi di problemi, sono stati segnalati benefici dall'assunzione di silicio assimilabile, sia per malattie che per l'invecchiamento della pelle, delle articolazioni o condizioni di ogni tipo, anche neurologiche. Il silicone assimilabile non ha effetti collaterali e può essere assunto senza prescrizione medica. Trattandosi di un integratore alimentare, può essere assunto senza problemi, anche se è sempre consigliabile consultare un professionista della medicina naturale.